Addio alle lampade alogene

20/09/2018

Al loro posto, troveremo le lampadine a LED.

A stabilirlo è una direttiva dell’Unione Europea: dal primo settembre 2018 le lampade alogene hanno cessato di essere prodotte. Il loro commercio continuerà fino a smaltimento delle scorte di magazzino, dopodiché cesserà. Perché? Non solo per il consumo energetico ma per le emissioni di anidride carbonica: secondo l’Enea, l’eliminazione delle alogene consentirà nella Ue un risparmio annuo di energia pari al consumo del Portogallo, ovvero 48 TWh. Dal 2018 al 2025 il bando eliminerà l’emissione di 15,2 milioni di tonnellate di anidride carbonica. Non tutte le alogene spariranno: non vedremo più quelle senza trasformatore con efficienza energetica inferiore a B (le classiche lampadine a pera). Rimangono in commercio le lampade alogene direzionali (i popolari “faretti”) e le lampade alogene con attacco G9 e R7S (usate per le lampade da tavolo e i proiettori). L’Unione ha atteso che la diffusione delle lampade a LED aumentasse e che il prezzo scendesse. Certo, costeranno un po’ di più delle alogene ma durano anche molto di più! Teniamo conto che una alogena consuma circa cinque volte più di una lampada a LED. Di conseguenza, la sua eliminazione dovrebbe abbattere i consumi e non solo i livelli di inquinamento.

Altre notizie

#JustAsk

Rispondiamo
entro un'ora
sulla nostra pagina Facebook

Fai la tua domanda
Orari d'apertura

Telefono: +39 0383.892261
> Contattaci

Top